Dio è Brasiliano. Ora però è in Vacanza perchè c’è Bolsonaro

La più grande democrazia sudamericana si reca alle urne. Smarrita, preoccupata e attraversata da molteplici problemi economici e sociali con una classe dirigente sotto accusa sembra riporre le sue speranze in Jair Bolsonaro. Un simpatizzante della dittatura militare, neoliberista, cristiano evangelico, ex capitano dell’esercito ma soprattutto membro della hit parade del populismo mondiale. La minaccia di un nuovo Pinochet alle porte…

L’Urna, il Portafoglio e il Populismo come la Fine della Lotta di Classe

L’1% della popolazione del Pianeta è il principale detentore del potere economico. I populisti insurrezionalisti che sfrecciano nell’alveo del Ribelle e dell’Uomo Comune invece di attaccare questa sacca di resistenza alla redistribuzione e all’uguaglianza procedono a tappe spedite contro l’immigrato professando il Credo supremo della Sovranità.