Eritrea. Lo Stato Prigione

L’Eritrea è uno Stato che riduce in schiavitù il proprio popolo. Un paese indipendente dal 1993 che fin dalla sua nascita ha praticamente vissuto una paranoia sui propri confini. I giovani sopra i 14 anni sono chiamati al servizio di leva o ai servizi di pubblica utilità che l’ex presidente Isaias Afwerki aveva inizialmente previsto per 18 mesi nel tentativo di creare una parvenza di identità nazionale.

Nel 2002 il governo ha reso questo termine indefinito. Avete capito bene. Un cittadino eritreo o una cittadina eritrea potrebbero iniziare il servizio militare o il “servizio civile” a 14 anni e non finirlo mai. In poche parole, diventano degli schiavi dello Stato.

Polonia, Ungheria e il Tesoro dei Rifugiati

Polonia e Ungheria sono contro a qualsiasi forma di solidarietà europea per i rifugiati che scavalcano il muro della fortezza continentale anche se hanno un disperato bisogno di manovali, carpentieri, braccianti, infermieri, commessi e dottori. Hanno un tesoro di fronte a loro, ma forse sono troppo ciechi per poterlo ammirare.

Quando l’ Africa era l’ Europa. Correva l’anno 1914

Correva l’anno 1914 e l’Africa diventava la colonia europea. Un secolo più tardi, gli africani spinti da guerre, fame e stenti con le loro carrette del mare cercano invano di invadere la fortezza Europa. Un tentativo pressoché impossibile di colonizzazione motivata dalla disperazione.