La Tregua degli Infedeli in Siria

La guerra per procura in Siria, portata avanti dall’Alleanza degli Infedeli, sembra che sia arrivata ad un epilogo. L’ International Syria Support Group, nella città di Monaco di Baviera, ha trovato un accordo. Un’incerta e debole via già minata in partenza.

L’Alleanza degli Infedeli per la Siria

Il destino della Siria dopo gli attentati di Parigi sembra essere risposto nell’Alleanza degli Infedeli contro lo Stato Islamico. Le posizioni contrapposte tra le grandi potenze sembrano convergere. Speriamo solo che non sia un altro fallimento dopo quelli di Afghanistan, Iraq e Libia.

Qui non si fa la storia: le false speranze dell’accordo sul nucleare iraniano

Alle 3.00 del mattino di domenica 24 novembre 2014, nella città di Ginevra è stato dato l’annuncio “I nostri eroi ce l’hanno fatta”. A fare cosa? Ancora non è chiaro. L’accordo tra le 6 potenze e l’Iran sullo stop al suo programma nucleare è stato raggiunto, ma ha tutta l’aria di una messinscena internazionale per ridare vigore alla decadente diplomazia mondiale, soprattutto perché tutto può essere ancora bloccato.

Francesi, israeliani e arabi. Un fronte unito contro l’Iran.

L’opposizione all’accordo con l’Iran sta acquisendo un fronte unico particolare, ma rilevante. Israele, Arabia Saudita, Egitto e Francia sembrano camminare insieme in questo delicato passaggio storico.

Giustizia o stabilità? Dilemma del Libano

Ma per il Tribunale Speciale per Libano non conviene ad oggi indicare, perseguire e soprattutto sentenziare nessun imputato. La posta in gioco è la pace di uno Stato. Ogni verdetto potrebbe prendere di mira uno degli attori in gioco e minare il terreno politico interno e finanche quello internazionale. La linea è molto sottile.