Asia, Africa e i 12 paesi che cresceranno di più nel 2014

L’economia del mondo arranca, ma alcuni paesi giovani, piccoli, sperduti o devastati sorprendentemente crescono a ritmi elevatissimi. Nessun nome noto, perfino la Cina che per lungo tempo a dominato questa speciale classifica è assente.

Qui non si fa la storia: le false speranze dell’accordo sul nucleare iraniano

Alle 3.00 del mattino di domenica 24 novembre 2014, nella città di Ginevra è stato dato l’annuncio “I nostri eroi ce l’hanno fatta”. A fare cosa? Ancora non è chiaro. L’accordo tra le 6 potenze e l’Iran sullo stop al suo programma nucleare è stato raggiunto, ma ha tutta l’aria di una messinscena internazionale per ridare vigore alla decadente diplomazia mondiale, soprattutto perché tutto può essere ancora bloccato.

Qui Iraq

Un’ondata di atrocità accresce lo spettro di un ritorno al caos settario. Baghdad è stata scossa brutalmente questa settimana, quando una dozzina di Cristiani sono morti in una Chiesa al centro della città. A questo attentato, ha fatto seguito due giorni più tardi, una spirale di almeno 14 autobombe, esplose nella parte sciita della capitale, con più di 100 vittime.