Il caso Bemba, il Congo e l’InGiustizia Penale Internazionale

La Corte Penale Internazionale dell’Aja nel novembre del 2010 aprì il processo per crimini di guerra contro il politico congolese Jean – Pierre Bemba. Le accuse mosse dal procuratore generale si riferivano al ruolo che Bemba ebbe come comandante di una milizia armata che condusse una devastante campagna di stupri, assassini e torture nella Repubblica Centro Africana tra il 2002 e il 2003.
Bemba è stato scagionato pronto per correre alle prossime elezioni per poi chissà diventare presidente del grilletto dell’Africa.