Pirati dall’Etiopia

Nonostante non sia bagnata dall’oceano l’Etiopia ha un mare di pirati. Infatti questo Stato africano non appartiene all’organizzazione del commercio mondiale (WTO) e pertanto non é soggetto a tutte le normative sulla proprietà intellettuale. Nel paese si è così diffusa la libera iniziativa privata di merce contraffatta.

Per 20 centesimi di euro possono ricaricare la penna USB di almeno 500 film e altrettante canzoni nei vari chioschi di fortuna sorti ai margini delle strade.

Un bel vantaggio considerando che in tutta l’Etiopia c’è solo un cinema ad Addis Abeba che proietta film stranieri.

Il feudalesimo etiope è sabotato da questi pirati che bypassano la connessione internet, tra le più lente del mondo, diffondendo la cultura occidentale e asiatica.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox