Rivendicare la Nigeria dopo Boko Haram

Non c’è altro Dio al di fuori di Allah. Le scritte in tremolante arabo dei terroristi di Boko Haram vengono cancellate dai muri delle città di Michika nello Stato di Adamawa nel nord della Nigeria. Il più popoloso Stato dell’Africa comincia a guadagnare terreno contro gli insorti del gruppo affiliato con lo Stato islamico.

Queste milizie terroristiche, nel massimo splendore, tenevano in loro controllo un’area grande come il territorio del Belgio nel nord della Nigeria. In queste ultime settimane le vittorie delle truppe dell’esercito sono riuscite a cacciarle dalle grandi città costringendole a nascondersi in posti inospitali come la foresta di Sambisa al confine con il Camerun.

Il morale delle truppe è salito e i cittadini ricominciano a vedere la forza dello Stato intorno a loro. Nelle zone liberate, le fattorie bruciate vengono ricostruite velocemente, i negozi riaprono i battenti e le macchine corrono per le strade. Le banche inaugurano nuove filiali in grandi villaggi come Mubi ristabilendo esattamente la specie di economia Occidentale contravvenendo al docet di Boko Haram che letteralmente significa “Lo stile dell’Occidente è proibito”.

Come alla fine di una guerra, in città come Adamawa vengono lanciati dagli elicotteri dei volantini con su scritto “Adesso il tuo villaggio è sicuro” .

Rimangono però i 2 milioni e mezzo di sfollati che per paura di rappresaglie non rientrano nelle case. Boko Haram fa ancora paura tanto che nello scorso week end due esplosioni nelle capitali di Adamawa e Borno hanno fatto almeno 50 vittime.

19_Boko_Haram

Sembra però essere scongiurata la creazione di uno Stato Islamico alle soglie del Sahel intorno al lago Ciad, una zona di vitale importanza geostrategica per l’Africa centrale.

Gli ardui compiti per il nuovo Presidente Buhari che non ha ancora formato un governo, non si esauriscono con la minaccia terroristica. Il paese soffre di una arretratezza economica relativa in ampie aree che spesso perdono parte della popolazione perchè lusingate dalle promesse di gruppi insurrezionali come Boko Haram o quelli che gravitano intorno al delta del Niger.

Nigeria-per-capita-GDP-map

 

Foto – Credit by www.janehahn.com

(Visited 67 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox