La Siria e il Record di Profughi

La Guerra civile in Siria ha condotto quello che l’ Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (International Organisation for Migration – IOM) chiama “il più grande movimento di persone dalla seconda guerra mondiale con 8 milioni di profughi interni e 4 milioni di cittadini siriani fuggiti dal paese”.

La maggior parte di essi sono rifugiati nei paesi vicini, ma una quota sufficiente ampia è andata oltre. Una parte sono scappati in Turchia, che è facilmente raggiungibile con il traghetto dai porti del Libano, e da lì verso la Grecia insieme agli altri migranti dell’Asia centrale.

L’alternativa è cercare la via della Fortezza Europa attraverso la Libia via Egitto (più difficile) o via Sudan direttamente con l’aereo per poi prendere una delle più grandi arterie del contrabbando del deserto de Sahara.

Circa 68.000 siriani hanno attraversato il Mediterraneo nel 2014 per raggiungere l’Unione Europea diventando il primo paese per origine dei profughi.

Il Norwegian Refugee Council ha dichiarato che il 2014 è l’anno dei record per i profughi interni. Ben 38 milioni di persone (il totale della popolazione di Londra, New York e Pechino) sono state coinvolte negli ultimi anni e quasi un terzo solamente nel 2014, 11 milioni di persone ovvero una ogni 3 secondi.

La Siria è stata, come già scritto, la più colpita con quasi un terzo della popolazione fuggita dalle proprie case. Seguono Iraq, Sud Sudan, Repubblica Democratica del Congo e Nigeria.

Profughi Interni del Pianeta Terra, Anno 2014

profughi-interni-Mondo-2014

 

Fonte: IDMC, NRC Autore: Gianluca Pocceschi

 

 

(Visited 94 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox