L’Urna, il Portafoglio e il Populismo come la Fine della Lotta di Classe

L’1% della popolazione del Pianeta è il principale detentore del potere economico. I populisti insurrezionalisti che sfrecciano nell’alveo del Ribelle e dell’Uomo Comune invece di attaccare questa sacca di resistenza alla redistribuzione e all’uguaglianza procedono a tappe spedite contro l’immigrato professando il Credo supremo della Sovranità.

L’assurdità viene poi ancor più propagandata dall’esperienza tutt’altro che innovativa della riduzione delle tasse ai ceti più abbienti in una sorta di gioco al massacro dell’esperienza secolare dell’imposizione progressiva del tributo.

Un pò ovunque nel mondo si registrano questo tipo di alzate d’ingegno: dalla gigantesca Russia alla caccola Ungheria, dalla meretrice turca all’infantile America.

L’elettore sembra masochista rispetto al suo portafoglio. Preferisce disporre nell’urna come di una roulette russa basta che il numero sia Ribelle e rispetti l’Uomo Comune. Lo scandalo e i colpi ad effetto diventano il magma tra il nazionalismo bianco, costituito spesso da piccoli bianchi declassati e il razzismo dell’intelligenza contro l’establishment e la stampa definita da Donald Trump “contorta, corrotta e disonesta”.

Non importa il reddito e il guadagno materiale che il cittadino arriverà ad avere perchè è sufficiente nutrire la pancia. Ma non è un film del Neorealismo italiano è uno status simbol. Non esiste più la lotta di classe tra diversi gradi di sviluppo umano e materiale. Esiste la caccia al debole e al relitto e l’importante è misurarselo più grosso. Il Celudurismo come arma di distrazione di massa.

L’intelligenza e il Razionalismo, sia esso economico che culturale, sono banditi da questo gioco d’azzardo. Sono visti come lontani dalla realtà del Guerriero che seppur povero e ignorante resiste contro tutti e contro tutto. I benefici dalla politica non sono più legati al benessere ma all’Essere. Un tuffo nel Medioevo con convinzione e coscienza per bruciare secoli di conquiste e diritti.

Una nuova Era che è stata aperta con l’elezione di Trump e se vogliamo ancor prima con la Dottrina di Orban l’Ignorante. Nessun politico avrebbe predetto questo periodo se non il veggente Marx che ha intuito nello sfruttamento dell’uomo sull’uomo la progressione storico economica del Pianeta. Aveva teorizzato anche la sua fine e non il suo successo.

Populisti di tutto il mondo unitevi.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox