Chi Crescerà di più nel 2017? Asia e Africa come sempre in testa.Yemen Primo.

Delle maggiori economie mondiali solo l’India ha mantenuto un ritmo di crescita economica galoppante sostenuto dalle riforme economiche favorevoli ad una più ampia apertura al mercato. La tigre asiatica rimane stabilmente nei Top Growers del Pianeta anche nel 2017.

Nonostante la guerra in corso, la rubrica The World in Numbers de The Economist incorona lo Yemen in cima alla classifica della crescita economica con il suo 9,0%. L’ eventuale accordo di pace tra i ribelli Houthi e i lealisti del presidente sponsorizzati dall’Arabia Saudita dovrebbe tirare la volata per un 2017 di rinascita dell’economia yemenita con un indice di sviluppo quasi a doppia cifra. Mah! Le premesse non promettono niente di buono…

Il Myanmar beneficerà delle aperture politiche ed economiche dovute agli accordi tra le autorità civili e quelle militari mentre in Costa d’Avorio la stabilità politica incoraggerà gli investimenti esteri.

Gli investimenti in infrastrutture quali porti, aeroporti e centrali idroelettriche contornati dalla scoperta di nuovi giacimenti di idrocarburi come nel caso del Ghana spingono la crescita dei restanti paesi.

Il minimo comune denominatore da oltre un decennio è l’arretratezza economica relativa di alcuni paesi sottosviluppati. Quest’ultimi hanno la possibilità di sfruttare il rapido trasferimento di conoscenza e tecnologia del primo mondo capace di imprimere forti accelerazioni allo sviluppo economico.

I fattori che vengono passati tra i due “mondi” non sono solo di tipo materiale ma anche intellettuale come la necessità di effettuare riforme decisive per l’instaurazione di un notevole progresso economico.

 

(Visited 154 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox