Lo Stato Profondo degli Stati Uniti

NeI gennaio 1961 tre giorni prima di lasciare il potere, il presidente repubblicano Dwight Eisenhower aveva messo in guardia gli statunitensi da un “complesso militare-industriale” la cui “influenza economica, politica e persino spirituale si fa sentire in ogni città, Stato e amministrazione“.

Il Trumpismo aveva più o meno tutta la stampa contro prima dell’elezione. Sono bastati 59 missili sulla base del regime siriano per avere 46 editoriali a favore e solo uno contro sui giornali USA.

Prima dell’elezione la NATO era obsoleta. Ora la NATO non è più obsoleta. La Russia era un’alleata. L’11 aprile le relazioni tra Washington e Mosca avevano toccato “il punto più basso mai raggiunto“.
Lo Stato profondo ha fagocitato anche la mole di Donald Trump.

Iscriviti alla newsletter di Geopolitiqui.org per non perderti neanche un contenuto del diario della geopolitica dal “volto umano”!

(Visited 6 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: Gianlu Pox